Il Cappello di Carta, brillante testo di Giovanni Clementi portato in scena dalla Compagnia Linea di Confine il 22 dicembre al Teatro Sala Umberto, si pone come un ideale antidoto al veleno dell’oblio.
Il sipario si apre su una giornata qualunque di un anno qualunque - il 1943 - raccontando una cronaca apparentemente privata che diviene una pagina di storia universale nel momento in cui si intreccia con i fatti che stravolsero Roma in quei lunghi mesi, dai bombardamenti di San Lorenzo ai rastrellamenti del Ghetto.
L'interno familiare è animato da protagonisti che, intenti nel loro tragicomico affaccendarsi quotidiano, si confrontano con la fame e la miseria senza mai perdere il sorriso e la forza di vivere.

Le loro relazioni, costruite su una verace quanto ruvida umanità, si dipanano con naturalezza attraverso un linguaggio popolare che recupera modi di dire desueti appartenenti alla romanità dell’epoca. Ne emerge un ritratto tenero e coinvolgente che, come il racconto di un nonno, illumina il dramma della guerra con una comicità del tutto inaspettata.

Regia : Roberto Belli
Il cast – composto da Angelo De Angelis, Massimo Provinciali, Rita Grasso, Patrizio Pucello ( Paciullo ), Paola Sammartino, Aurora Mascheretti e Marco Caieta


Dopo il debutto, nel 2006, lo spettacolo è stato replicato in numerose città italiane collezionando diversi premi nei vari festival che lo hanno ospitato ed il pubblico romano ha approvato la rappresentazione con il medesimo entusiasmo.

Calendario Eventi

Dicembre 2017
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31